facebook linkedin twitter youtube googleplus

  • EVENTI FORMATIVI
  • QUOTA ANNUALE
  • FORMAZIONE CONTINUA
  • RICHIESTA TESSERINO
  • RIVISTA DELL'ORDINE
  • PEC

Nuova aggressione ai danni di una collega: il Consiglio dell’Ordine: “Non è possibile continuare a lavorare in queste condizioni!”

Ancora un episodio di violenza nei confronti degli Assistenti Sociali. La collega Giovanna Maria D’Alessandro, che svolge l’attività professionale nel comune di Burgio, nell’agrigentino, è stata aggredita da una utente. La professionista stava svolgendo una visita domiciliare e, dopo l’aggressione, è dovuta ricorrere alle cure mediche. Un nuovo episodio che vede come vittima una collega durante lo svolgimento della propria attività professionale. La dottoressa D’Alessandro è stata raggiunta telefonicamente dal Presidente dell’Ordine regionale, Dott. Giuseppe Graceffa, che ha espresso solidarietà per conto del Consiglio dell’Ordine e dell’intera comunità professionale.

<<Non è più possibile continuare a lavorare in queste condizioni – hanno detto i Consiglieri dell’Ordine – gli episodi di violenza sono numerosissimi. È un grido d’allarme il nostro che si rinnova continuamente e non possiamo vivere nel timore di essere aggrediti durante lo svolgimento dell’attività professionale. Abbiamo partecipato ad una ricerca in ambito nazionale sull’aggressività nei confronti degli Assistenti Sociali e i risultati sono allarmanti. Un problema che non riguarda solo gli operatori sociali ma spesso anche quelli sanitari. Abbiamo chiesto più volte alle istituzioni, dati alla mano, di intervenire per garantire condizioni di sicurezza per tutti i lavoratori. Di fronte all’ennesimo episodio pretendiamo risposte concrete e urgenti>>.

 

1-logoordinerettangolare.jpg